Perché il sudore puzza? C’è un modo per far smettere al sudore di puzzare?

Ecco un po’ di informazioni a riguardo che possono esserti d’ispirazione.

1. La pelle è un emuntore di soccorso

Le medicine antiche dicono che la pelle è un organo che ha tante funzioni ma non quella di essere in via prioritaria un organo per il detox. 

Lo diventa se gli altri organi, che hanno questa funzione in via prioritaria, sono in affanno.

Soprattutto se intestino e polmoni non riescono a ripulire tutte le tossine che hai, lo farà la pelle e il tuo sudore avrà un caratteristico odore rancido e pungente. 

Quindi se hai questo problema, prenditi cura del tuo intestino, migliorando il microbiota intestinale ed evitando di assumere tanti zuccheri, lieviti, vino e birra. 

E per la salute dei tuoi polmoni, evita di mangiare tanti derivati del latte e di fumare sigarette.

2. Acidità nel corpo 

Il sudore è più intenso ed odoroso se c’è molta acidità nel tuo corpo, quindi per prima cosa ricordati di bere, in modo quotidiano e sufficiente, almeno due litri di acqua calda.

Esegui regolarmente l’oil pulling e fai molta attenzione ai principali costruttori di acidità nel corpo come latte di mucca, formaggi, caffè, cioccolata industriale, alcool, semi e cereali integrali non trattati.

3. Funghi e lieviti sulla pelle

Fai massima attenzione a tutto ciò che può favorire la presenza di funghi e lieviti sulla pelle, in particolare allo zucchero, alle farine lievitate, alla birra e al vino. 

Prenditi cura del microbiota, assumendo periodicamente probiotici di buona qualità e naturali antiparassitari, con un ciclo di un mese di Ossipur e di estratto fluido di semi di pompelmo.

4. I linfonodi delle ascelle

Le ascelle sono anche il luogo dove si trovano tanti linfonodi, per cui il sudore è diverso e più intenso quando ci sono speciali periodi di turbolenze ormonali (pubertà o gravidanza) oppure quando gli ormoni impazziscono se esageriamo con gli zuccheri che fanno saltare i nostri equilibri.

5. Verdure dal profumo intenso

L’odore intenso del sudore può derivare dall’alto consumo di verdure molto “profumate” come aglio e cipolla.

Evita di consumarle crude, non esagerare e usale sempre in modo delicato.

6. Sostanze tossiche

L’impiego di sostanze tossiche crea un accumulo di tossine da smaltire e che impattano anche sulla pelle. 

Per sostanze tossiche non si intendono solo quelle alimentari come cibo industriale, prodotti confezionati e spazzatura.

Si fa riferimento anche al fumo o all’utilizzo di prodotti tossici in cucina (come pentole di teflon di cattiva qualità, tegami in alluminio) o di sostanze tossiche (come vernici, smalti per unghie, tinture per capelli).

Il sudore viene poi amplificato da errori di igiene (detersione con prodotti troppo aggressivi o uso costante di abiti sintetici).

Usa detergenti naturali e olii essenziali come deodorante, evita l’allume di potassio o i deodoranti chimici che bloccano la fuoriuscita del sudore.

Estremamente positivi possono essere gli alimenti a base di aceto: per la normalizzazione del sudore puoi aggiungerlo come condimento sulle verdure o versarne qualche goccia nell’acqua da bere.

Per la protezione e l’idratazione naturale della pelle, puoi usare del semplice olio di cocco.

Infine ricordati dei pilastri del tuo detox quotidiano: bere acqua calda, mangiare una buona dose di vegetali cotti, introdurre i grassi sani e fare il digiuno intermittente.


Prodotti che trovi nel nostro shop: 

Leggi anche: 

La dieta e i rimedi per riparare l’intestino e vivere (più) felici

I 10 benefici dell’acqua calda (video)

La guida definitiva ai grassi sani nella dieta

La guida definitiva al digiuno intermittente