L’acqua calda è il mio segreto di salute e felicità, a costo zero.

Disseta, riduce la fame nervosa e facilita notevolmente la digestione.

I suoi benefici sono tantissimi (scoprili qui) ma in questo articolo mi soffermerò a risolvere i dubbi e rispondere a tutte le domande che potrebbero sorgerti sull’argomento.

Chi ha scoperto l’acqua calda?

Bere acqua calda è un segreto millenario: è patrimonio delle antiche medicine tradizionali.

È strettamente connessa alla digestione e alle tre capacità dell’apparato digerente di trasformare il cibo, distribuire il nutrimento e l’energia, eliminare le tossine e tutto ciò che non viene utilizzato.

Un processo di trasformazione che secondo la Medicina Tradizionale Cinese può avvenire solo attraverso il calore.

Se beviamo poco, la pelle diventa secca, lo stomaco si surriscalda e le articolazioni ne risentono. 

Inoltre, se il nostro corpo è disidratato, è facile scambiare la sete per fame e buttarsi sul cibo.

Bere troppo poco danneggia il corpo e gli impedisce di svolgere le sue funzioni, ma spesso tendiamo a sottovalutarlo.

Quando e quanta acqua calda bere ogni giorno?

Inizia per gradi da un litro e mezzo fino a due, in base alla temperatura esterna e se fai o meno attività fisica (la quantità d’acqua da bere durante la giornata può variare a seconda delle tue abitudini di vita, alimentari e del clima).

Puoi distribuire l’acqua calda da bere durante la giornata in questo modo: 

  • 1 tazza la mattina appena sveglio, dopo aver pulito la lingua e il cavo orale
  • 1/2 litro tra colazione e pranzo
  • 1/2 litro tra pranzo e cena

Per non eccedere e non creare squilibrio nel corpo, l’ideale è che tu beva un litro e mezzo di acqua calda al giorno (due litri, se sei in fase di disintossicazione), rigorosamente lontano dai pasti per non annacquare i succhi gastrici (almeno due ore dopo il pasto).

Puoi bere un piccolo infuso eventualmente in conclusione, ma è preferibile un po’ dopo e non troppo a ridosso del pasto.

A quale temperatura deve essere l’acqua calda?

Temperatura acqua calda

Non esagerare con la temperatura: non deve essere bollente.

La temperatura ideale è 37-38°, calda al punto giusto, come quando prepari una tisana o un tè. 

Tuttavia la temperatura è molto soggettiva e, se lo desideri, puoi berla più calda.

Quale acqua scegliere?

Scegli una buona acqua oligominerale a basso residuo fisso (il residuo fisso è ciò che rimane dopo l’ebollizione a 180°).

L’ideale è che sia 14 – 15 mg (massimo 20 mg).

Altre caratteristiche che dovrebbe avere l’acqua sono:

  • assenza di anidride carbonica
  • pH minore di 7
  • basso contenuto di sodio
  • provenire da fonte certificata
  • in bottiglia di vetro

Nei negozi bio trovi: Plose, Monterosa, Mangiatorella; nella grande distribuzione trovi: Sant’Anna o Levissima.

In alternativa puoi installare un impianto ad osmosi inversa.

Come faccio a ricordarmi di bere?

Utilizza la suoneria del cellulare e metti una sveglia ogni due ore, così non ti dimenticherai e gradualmente diventerà un’abitudine automatica.

L’acqua calda ha un cattivo sapore per me. Perché?

A volte capita che le persone abbiano un vero rifiuto nell’accettare di iniziare a bere acqua calda, dovuto al sapore che sentono essere sgradevole.

Non dipende dal tipo di acqua, ma è il segnale che il corpo ha un bell’accumulo di tossine nel cavo orale e non va sottovalutato, anzi, è una spinta in più a perseverare.

L’acqua calda sarà fondamentale per lavare via le tossine e, man mano che l’organismo si depurerà, scomparirà anche il cattivo sapore.

Nell’attesa si può aggiungere qualche goccia di limone all’acqua calda o usare infusi dal sapore più gradevole.

Ho provato a seguire il consiglio di bere acqua calda ma dopo pochi giorni ho avuto nausea e mal di pancia. Perché?

Questo potrebbe essere un primo segnale di detox che sta avvenendo nel tuo corpo.

Inizia molto gradualmente, sorseggiando l’acqua, e aumenta un po’ alla volta la quantità.

Bere acqua calda mi farà perdere peso?

Perdere peso acqua calda

Bere acqua calda aiuta a perdere peso.

Questo è dovuto al fatto che l’acqua aumenta il senso di sazietà e potenzia il metabolismo.

Bevi lontano dai pasti per smorzare il desiderio di cibo, in modo che ti senta più pieno e mangi quindi di meno.

Bevendo tanta acqua calda non dovrò andare continuamente in bagno?

In realtà è vero il contrario: l’acqua calda nel tempo tonifica i reni ed è il primo presidio anti stitichezza

Le persone che bevono acqua calda vanno meno ad urinare ma questa è solo una testimonianza del fatto che vengono stressati meno i reni e l’acqua va maggiormente nelle cellule a pulire (ecco l’effetto drenante) e non va direttamente nei reni affaticandoli e creando un continuo bisogno di urinare.

Dopo qualche settimana di uso quotidiano, ti accorgerai che urini meno e non hai più urgenza di scappare in bagno.

Questo è il segno che i reni si sono tonificati e che l’acqua svolge un buon viaggio all’interno del corpo prima di essere eliminata.

Ovviamente non basta solo bere acqua calda, sono importanti anche le giuste abitudini a tavola, come quelle che consigliamo nel SAUTÓN Approach.

Come faccio a bere acqua calda mentre sono fuori o in ufficio?

Basta un minimo di organizzazione.

È sufficiente procurarti un thermos (lo trovi anche nel nostro shop online) e portarlo sempre con te.

Nell’acquisto del thermos, assicurati che sia in acciaio inox, senza BPA e idoneo alla normativa EN12546-1:2000 (“Materiali e articoli a contatto con i prodotti alimentari –  contenitori isotermici per uso domestico”).

In commercio esistono anche thermos di vetro e plastica ma sono più fragili rispetto a quelli in acciaio che sono infrangibili e mantengono il calore più a lungo.

Ma in estate con 40 gradi come si fa a bere acqua calda?

È una questione di abitudine. 

Pensa ai beduini del deserto: loro bevono spesso tè caldo.

Bere acqua calda d’estate non è una pazzia ma un segreto che ti aiuta a sopportare meglio il caldo d’estate.

L’acqua funge da termoregolatore della temperatura corporea interna così smetterai di sudare troppo e di sbuffare costantemente. 

Chi ha il coraggio di provare, vincendo tutti i pregiudizi e le barriere teoriche, si accorge spontaneamente che il caldo non è più un problema e che l’acqua calda vale doppio, ne puoi bere meno e sei soddisfatto più a lungo.

Prova e vedrai che non riuscirai più a tornare indietro. 

Perché non posso bere acqua fredda?

L’acqua fredda è metabolizzata con difficoltà e ha un effetto molto negativo: non è digeribile dal nostro stomaco e ne rallenta la digestione.

Dall’intestino tenue giunge nei reni in modo diretto, raffreddandoli in modo pericoloso, sovraccaricandoli, gonfiandoli e affaticandoli.

Posso riscaldare l’acqua con il microonde?

No, perché il forno a microonde altera profondamente la struttura molecolare dell’acqua.

Per questo è meglio scegliere un bollitore elettrico, ugualmente pratico.

Assicurati che sia di acciaio inossidabile ed elimina con l’aceto eventuali residui di calcare.

Un rimedio Ayurveda invita a far bollire l’acqua per 10 minuti e poi assumerla tiepida durante il giorno. È corretto fare così?

Non è necessario farla bollire se usi della buona acqua oligominerale con basso residuo fisso.

È possibile bere tisane, infusi o tè oppure bisogna bere solo acqua calda?

Infusi o tè

All’inizio, se non sei abituato alla sola acqua calda, puoi alternare con tisane senza dolcificarle. 

Man mano che ti abitui, bere solo acqua è l’ideale, non sentirai il bisogno di altro.

Conclusione

L’acqua calda è un presidio di longevità e benessere.

Se all’inizio sei un po’ scettico, ti invito a provare su di te per pochi giorni questo meraviglioso “miracolo”.

I benefici saranno numerosi… e a costo zero.

Questi sono alcuni dei dubbi principali che potrebbero venirti in mente prima di iniziare a seguire questa sana abitudine, ma se ne hai altri ti invito a commentare e cercherò di fugare qualsiasi perplessità.

Prova l’acqua calda e vedrai che non tornerai più indietro.

E se sei curioso di scoprire le 3 mosse per trasformare il tuo metabolismo, ti invito a partecipare a questa masterclass gratuita.


Leggi anche:

I 10 benefici dell’acqua calda

Liberati dalle tossine con l’acqua calda

Anche tu sei un “disidratato cronico”?


PRODOTTI CITATI