Quale che sia il motivo per cui decidi di seguire i princìpi della dieta vegana, è bene che tu sia consapevole che si tratta di una scelta non priva di rischi per la salute se viene portata avanti senza consapevolezza ed attenzione.

Decidere infatti di eliminare completamente tutte le fonti di proteine animali potrebbe portarti a compiere degli errori alimentari che nel tempo possono avere conseguenze anche serie.

Gli errori da non compiere

Ecco un elenco delle “trappole” in cui è più facile cadere:

  • Abusare di zuccheri e carboidrati (cereali, dolci anche naturali o frutta), che ti porta ad essere esposto continuamente al picco glicemico e ad avere costantemente insulina in circolo con conseguente aumento dell’infiammazione del corpo, squilibrio di intestino, sistema immunitario e ormonale.
  • Usare proteine e cibi che creano infiammazione (soprattutto soia, glutine, mopur, farine di legumi, semi oleosi)
  • Dimenticarti dei grassi sani, soprattutto quelli saturi la cui importanza viene spesso sottovalutata. La mancanza cronica di grassi sani porta nel tempo anche ad importanti carenze di vitamine e minerali che senza grassi non possono essere assimilati dall’organismo
  • Usare cibo di cattiva qualità (patate, cibi pronti e confezionati, vino, dolci con zucchero bianco, succhi, alimenti pronti e confezionati)

Per un po’ di tempo tutto sembra andar bene, ci si sente più leggeri e depurati, soprattutto se prima di adottare una dieta vegana si seguiva un’alimentazione ricca di cibo spazzatura.

Questa sensazione di benessere può dare un senso di sicurezza che ti fa dimenticare che il corpo ha grandi capacità di adattamento e per un po’ di tempo (anche anni) riesce a compensare le mancanze.

Il problema è che il corpo compensa dilapidando le proprie riserve e se non cogli per tempo i sintomi questo può farti ammalare.

Quali sono i sintomi da cogliere?

Ecco un elenco dei segnali più importanti ai quali è bene che presti attenzione:

  • Stanchezza (a causa di carenza di nutrienti e abuso di zuccheri che causa anche una forte acidità nel corpo)
  • Gonfiore e colite (per un consumo eccessivo di fibre e zuccheri)
  • Sfoghi sulla pelle (per abuso di alimenti acidi e caldi come pomodoro, arancia, caffè, cioccolata, spezie piccanti)
  • Difficoltà articolari (per carenza di grassi sani e abuso di zuccheri)
  • Stitichezza ed emorroidi (per carenza di proteine, fibre e collagene)
  • Mancanza di volontà, attenzione, memoria (carenza di essenza vitale che ti porta a vivere consumando le riserve nutritive che non riesci più a ripristinare con il cibo e carenza di grassi sani)
  • Desiderio smodato di zucchero e cioccolata (a causa della mancanza cronica di proteine e grassi sani)

Se segui una dieta vegana e ti rendi conto che presenti già alcuni di questi segnali è bene che tu corra al più presto ai ripari facendo le correzioni necessarie.

Per fare questa correzione di rotta, sul mio blog trovi suggerimenti e consigli interessanti anche in articoli e video dedicati ai vegetariani dato che alcune indicazioni valgono per entrambi.


Altri articoli e video collegati a questo argomento:

Le 5 migliori strategie per essere vegani in salute

I 10 supercibi per vegetariani (video)

10 segreti per essere vegetariano in salute (video)