Arriva la bella stagione e non vediamo l’ora ma ogni volta siamo travolti dal caldo che ci mette letteralmente KO. 

Iniziamo a lamentarci, non riusciamo più a cucinare e ci sembra che l’unica soluzione sia bere bevande ghiacciate e rimpinzarci di gelati e insalate.

Il dramma è che, quando iniziamo a farlo, la nostra sofferenza al caldo aumenta esponenzialmente invece di diminuire.

Cerchiamo l’aria condizionata e per ogni cibo ghiacciato che consumiamo, dopo l’iniziale sensazione di fresco che dura solo qualche minuto, sorge un’ondata di calore ancora peggiore che ci fa cercare un nuovo cibo fresco, in una spirale che non ci dà salvezza.

Come diventare meno sensibili al caldo? 

Come sopportare meglio il clima esterno? 

Quello che dobbiamo fare è aiutare il corpo ad adattare la temperatura interna a quella esterna, in modo da non entrare in crisi.

Essere in equilibrio e non in infiammazione è il primo punto cruciale.

Quindi alleggerire e semplificare i pasti, evitare troppe portate e fermarci a tre: proteine, vegetali cotti in modo leggero, e grassi.

È un consiglio di base che può cambiare radicalmente la cosa! 

Se aggiungiamo troppe pietanze, le cuciniamo in modo pesante ed esageriamo con pane, pasta e dolci, sicuramente il sudore cadrà copioso durante e dopo i pasti.

Vediamo poi gli alimenti che più facilmente esasperano il calore: 

  • cacao
  • caffè
  • vino e  superalcolici
  • pomodori
  • spezie piccanti
  • cibi molto salati

Cerca di non esagerare con tutti questi alimenti in estate.

I cibi ghiacciati, per reazione, ci fanno trattenere il calore creando un cortocircuito. 

Tutto nel corpo funziona con il calore e se nello stomaco immettiamo un cibo o una bevanda freddi e ghiacciati, il corpo richiama tutto il calore presente nel corpo per poter preservare il suo equilibrio interno, e questo vuol dire che dopo un po’ di tempo che hai preso il cibo che credevi ti potesse rinfrescare, hai letteralmente la sensazione di andare in fiamme. 

Se poi la bevanda in questione è una birra ghiacciata, un caffè freddo, una Coca Cola ghiacciata o un gelato al cioccolato, la situazione precipita.

Lo sanno bene gli abitanti delle terre caldissime a ridosso dell’equatore o coloro che vivono nel deserto: non si sognerebbero mai di bere una birra gelata o un te ghiacciato ma sorseggiano bevande calde con foglie di menta e limone per far sì che il caldo interno fuoriesca rapidamente lasciandoli al fresco, come con l’aria condizionata.

10 abitudini che ci aiutano

  1. Acqua calda con menta e limone da sorseggiare nella giornata, prova e vedrai!
  2. Acqua di cocco tiepida con un pizzico di spirulina e mirtillo, soprattutto se facciamo attività fisica.
  3. Evitiamo le cotture prolungate o al forno, e cuociamo al vapore le verdure, condendole poi in insalata con delle belle emulsioni di aceto e limone, oltre ovviamente a grassi ed erbe fresche.
  4. Se ci piace, è un ottimo momento per consumare un po’ più spesso l’avocado.
  5. Anche per le proteine scegliamo cotture leggere, evitiamo il forno e le troppe spezie.
  6. Diminuiamo il sale in cottura e gli alimenti che lo contengono (quindi quelli conservati come bresaola e formaggi stagionati).
  7. I grassi in estate usali solo a crudo, in modo da alleggerire la digestione.
  8. Non esagerare con la frutta ma puoi usarla negli spuntini, a temperatura ambiente, sempre accompagnata da pochi grassi. Ottime sono le gelatine di frutta e menta con agar agar.
  9. Usa meno spezie piccanti e più erbe aromatiche.
  10. Le verdure fermentate o semplicemente marinate un po’ per “cuocerle” sono perfette, sempre masticandole molto bene.

E per tenere a bada il sudore, ricordati che i cibi conditi con aceto di cocco o mele sono perfetti.


Leggi anche: